Ogni lungo viaggio inizia con un primo passo.

LAO TSU


Caro navigatore, cara navigatrice,

se stai leggendo queste righe è perché condividerai insieme a me una certa passione per il Giappone e vorrai sapere chi c’è dietro questi servizi e creazioni.

Mi chiamo Lucia Cinconze e L’acero rosso è il mio brand, nato nel 2014 come una piccola passione con lo scopo di diffondere curiosità e aneddoti sul Giappone attraverso il mondo dell’artigianato e in particolare gli origami.

Il nome prende ispirazione da quello di un ristorante italiano a Tōkyō conosciuto durante il mio soggiorno in Giappone e dalla bellezza dell’albero che più di tutti è fonte di attrazione soprattutto negli autunni giapponesi.


Costruirsi un lavoro con le proprie mani.

Presa alla lettera la frase, sono approdata qui parallelamente a un percorso di studi, interessi e lavori abbastanza eterogeneo: dalla laurea in Studi Orientali a quella in Scienze della Comunicazione, fino alla passione per la comunicazione web multimediale.

I primi soggetti creati si ispiravano alle kokeshi こけし, tradizionali bambole giapponesi, che hanno catturato la mia attenzione per la loro forma semplice ed essenziale, così ho cominciato a riprodurle sia in origami come segnalibri, che in pasta polimerica come ciondoli.


Lavorando poi nell’ambito della ristorazione giapponese, ho iniziato ad amare a dismisura il sushi tanto da volerlo riprodurre in miniatura, così come altri piatti della cucina giapponese, modellati a mano nel minimo dettaglio e resi come accessori. L’idea, oltre alla gola, è nata dai cosidetti sampuru dall’inglese “sample”,  “modello”, riproduzioni perfette di cibo in plastica o resina con cui molti ristoranti in Giappone allestiscono le loro vetrine per permettere ai clienti, soprattutto stranieri, di riconoscere e identificare i piatti che verranno serviti.


Dal 2014 mi sono avvicinata agli origami, 折り紙, l’antica arte di piegare la carta, che hanno trovato terreno fertile con me, incline alla precisione e simmetria. Ho scoperto il potere meditativo di quest’arte, come un gioco così antico potesse essere un toccasana per la mente e un ottimo hobby da trasmettere. Da allora tengo corsi di origami con associazioni e centri di cultura giapponese a Roma: DoozoTondo Rosso e Mercatino Giapponese.

Ho collaborato ad eventi che coinvolgevano l’arte dell’origami per brand come Pandora e Asahi Super Dry.