clubhouse-giappone

Cosa ne pensa il Giappone di Clubhouse?

pubblicato in: Arte, cultura e società | 0

Clubhouse, chi non ne ha sentito parlare nelle ultime settimane! Ma vediamo cosa sta succedendo in Giappone.

Come saprete (o state per scoprire) si tratta di un nuovo social network nato lo scorso anno per consentire, solo a chi ha un Iphone ed è stato invitato, di scegliere uno degli argomenti presenti o proporne uno nuovo e dar voce ai propri pensieri. “Voce”, è proprio questa la parola chiave di Clubhouse, che infatti si basa esclusivamente sullo scambio di parole, in tempo reale e non registrabili, tra i partecipanti ad una determinata “room”.

L’esclusività (solo per chi ha uno smartphone con sistema IOS e solo su invito), la pandemia che ci rende più isolati, la presenza di diversi Vip, sono probabilmente tra le motivazioni che ne stanno facendo una delle app più scaricate in diversi paesi.

Clubhouse spopola in Giappone

Anche il Giappone non è rimasto indenne alla curiosità. Secondo il Japan Times, dal debutto all’inizio del 2021, Clubhouse è salita in cima alla classifica dei download gratuiti nell’App Store di Apple, con più di 440 mila download in una sola settimana.

Ma di cosa parlano i giapponesi? Animali, amore, spiritualità, amicizia. Ma non solo. Clubhouse attira anche moltissimi Vip, come Yusaku Maezawa, miliardario del mondo della moda che ha acquisito popolarità attraverso giveaway su Twitter che l’ha aiutato a diventare, con più di 10 milioni di followers, l’account giapponese più seguito della piattaforma. Ebbene, sta spostando le sue attività proprio su Clubhouse.

Ma non è l’unico “personaggio famoso” giapponese a partecipare alle conversazioni sul social network: il produttore hip-hop e DJ Taku Takahashi ai vertici delle classifiche ha moderato jam session sperimentali per un pubblico che ha superato i 1.500 ascoltatori. La comica Naomi Watanabe ha più di 383.000 seguaci. L’esperto di salute pubblica Dr. Takahiro Kinoshita ospita uno spettacolo mattutino con virologi e risponde alle domande del pubblico. E il ministro della riforma della regolamentazione e dei vaccini Taro Kono ha recentemente partecipato a una chat con più di 1.800 ascoltatori.

Cultura, chiacchierate leggere, ma anche informazione da fonti autorevoli. Insomma, ce n’è per tutte….le orecchie!

Che sia solo una meteora? O davvero la voce diverrà la nuova frontiera del mondo social? Certamente, la voglia e la curiosità di sperimentare questa nuova piattaforma sta spopolando un po’ ovunque e, come visto, non possiamo che esser certi che anche i giapponesi ne siano al momento entusiasti.

Leggi anche:

Segui Manuela Intrieri:

Giornalista pubblicista, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da 10 anni nel settore della comunicazione non profit, ma passione per la scrittura e curiosità la aiutano a "intrufolarsi" in altri mondi totalmente, o spesso solo apparentemente, diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *