nonnonba-storie-di-fantasmi-giapponesi

NonnonBa – Storie di fantasmi giapponesi

pubblicato in: Libri | 0

Di notte invece trovavo rifugio in mondi immaginari, mondi fantastici, paradisi bizzarri e alieni. Disegnavo intonando melodie improvvisate sul momento, provavo una gioia indescrivibile nel cuore.

Nonnonba – Storie di fantasmi giapponesi è una favola horror scritta dal mangaka Mizuki Shigeru, casa editrice Rizzoli Lizard (2017), una storia commovente e delicata ambientata nel Giappone degli anni Trenta, in cui l’autore ripercorre la sua infanzia e il rapporto con un’anziana contadina che gli fa da tata. Sarà lei, Nonnonba, ad introdurlo al mondo degli spiriti giapponesi. I ricordi dell’autore si intrecciano così ai racconti sugli yōkai (妖怪), cioè un insieme variegato di demoni e creature magiche che animano il folklore giapponese.

La parola yōkai (妖怪) è composta da due kanji: “maleficio” e kai “spettro”. Gli yōkai compaiono spesso nell’arte, nella letteratura e nel teatro, oltre ad essersi diffusi, come in questo caso, anche nei manga, negli anime, nei film e nelle serie TV.
Esistono diversi tipi di yōkai, alcuni sono molto malvagi, altri furbi e ingannevoli, in alcuni casi possono avere il dono della bellezza e ammaliare chi li incontra, in altri possono essere metà animali e metà umani.

A questo universo di figure mitologiche, il piccolo Shigeru si avvicina passando il proprio tempo a disegnare e a fantasticare il mondo fiabesco che l’anziana e superstiziosa Nonnonba lo aiuta a creare.

Nonnonba è al tempo stesso sia un racconto fantastico che un’opera divertente e malinconica, fantasiosa come le creature che la animano e realistica come l’epoca in cui è ambientata, fatta di grandi cambiamenti e stravolgimenti.

Nel 2007 ha vinto il premio Miglior Opera al Festival Internazionale del fumetto di Angoulême.

Dove acquistare il libro?

Leggi anche:
Ogni giorno è un buongiorno. Quindici gioie che il tè mi ha insegnato.
La ragazza del convenience store. Sfida ad una società omologata
Finché il caffè è caldo: 3 ottimi motivi per cui leggerlo
L’sola dei senza memoria: 5 motivi per cui leggerlo

Segui Lucia Cinconze:

Lucia è laureata in lingua e cultura giapponese e in scienze della comunicazione, amante da sempre del Giappone, ha unito le sue conoscenze culturali alla passione per i lavori creativi fatti a mano. Da 4 anni tiene corsi di origami presso associazioni e centri di cultura giapponese a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *